IL PROGETTO

 

Se vivete in un qualsiasi punto tra Torino e Venezia questo progetto vi interessa direttamente. Se vivi altrove e ti interessano tematiche ambientali questo progetto ne parla raccontando la pesante eredità di un secolo di produzione industriale e crescita economica nella pianura Padana.

La Terra di Sotto racconta attraverso la fotografia di un viaggio lungo l’A4 da Torino a Venezia, autostrada che dietro la sua apparente monotonia conduce lungo alcuni fra i peggiori casi di inquinamento del nostro Paese.

Fra traffici illeciti di rifiuti e inquinamento industriale il virtuoso nord inizia a fare i conti con l’impatto ambientale e sanitario dell’inquinamento del territorio. E se da una parte le conseguenze sono tangibili tra discariche abusive, siti industriali dismessi e capannoni che vanno a fuoco per chiudere in qualche modo un ciclo dei rifiuti che fa troppo spesso dell’agire criminale la sua cifra, dall’altra esiste l’invisibile di luoghi apparentemente immacolati che nascondono invece molecole di morte.

La Terra di Sotto grazie alla fotografia, alla cartografia, all’architettura e al giornalismo ha l’obiettivo di raccontare e documentare dati e storie alla mano le criticità ambientali che ormai quotidianamente impattano sul territorio e sulla vita delle persone.

Il progetto prende le mosse da un’idea del fotografo Luca Quagliato che nel 2014 ha iniziato a documentare i casi di contaminazione e inquinamento nel nord Italia. Negli anni si sono aggregati il giornalista Luca Rinaldi, membro di IRPI (Investigative Reporting Project Italy) che da tempo si occupa di crimini ambientali, il cartografo Massimo Cingotti e Matteo Aimini, ricercatore in architettura del paesaggio.

 

Perchè un libro?

Stiamo lavorando a una pubblicazione che comprende le fotografie più di 50 siti contaminati, saggi e cartografia per storicizzare le criticità ambientali e fornire un racconto organico delle pessime condizioni ambientali in cui versa il territorio della pianura padana. Fotografare questo momento storico per noi significa prendere atto delle pessime condizioni ambientali del territorio in cui viviamo e diffondere questa conoscenza, stimolando la ricerca, l’attivismo e lo studio di soluzioni riguardo un tema troppo spesso dimenticato indietro dall’agenda politica di turno.

Un libro può fare questo, ma abbiamo bisogno del tuo aiuto. Per questo lanceremo una campagna di crowdfunding.

 

Vuoi rimanere aggiornato e avere maggiori informazioni sulla pubblicazione del libro? Iscriviti alla nostra mailing list e ti faremo sapere la data in cui partiranno le prevendite tramite Produzioni dal Basso!

 

 

PROSSIMI APPUNTAMENTI

<

Il 26 e 27 Ottobre 2019 il movimento No Pfas organizza a Vicenza “Let’s stop them – Giornate contro i crimini ambientali”. Luca Quagliato presenterà il progetto del libro “La Terra di Sotto” e per l’occasione esporremo 10 fotografie estratte dal lavoro, con una visita guidata con l’autore.

Il programma completo lo trovate a questo indirizzo

 

 

CHI SIAMO

Luca Quagliato – Fotografo e project manager

Luca Rinaldi – Giornalista

Matteo Aimini – Ricercatore in architettura del paesaggio

Massimo Cingotti – Cartografo

 

 

CONTATTI

Per contattarci scrivi una mail a info@laterradisotto.it